Il ritorno di Veronica dopo le feste

Ed eccoci arrivati a quattro mesi dalla fine del percorso con Kalibra, felice di dire che non ho ripreso nemmeno un kg. Come ho fatto?

Come dicevamo, mi sono impegnata nel mantenere i miei risultati, cominciando un pochino di palestra e mantenendo un regime di dieta equilibrato. Avevo però un dubbio, prontamente risolto con una chiacchierata telefonica con le sempre preparatissime nutrizioniste. Come avrei fatto a tornare sul binario dopo un weekend di stravizi? Come avrei ricominciato a mangiar sano dopo una vacanza? Se è vero che grazie a Kalibra ho acquisito uno stile di vita e un’impostazione del cibo, è pur vero anche che rimango una food blogger e che il mio lavoro consiste nel preparare menù ai ristoranti, assaggiare, sperimentare e “vedere” continuamente cibo, dalla mattina alla sera. E sono convinta sempre di una cosa: non è il breve periodo o lo sgarro fuori pasto che fa perdere il focus, quanto il giorno di stravizi che diventa il weekend di stravizi, e la vacanza. Tornare ad un regime equilibrato, poi, è veramente difficile. Mi sono chiesta così se avessi potuto continuare con Kalibra a spot, diciamo una due volte all’anno solo per dare uno scossone al metabolismo, e con mia grande scoperta ho capito che sì, si poteva (e non sapete la gioia, di poter continuare a comprare quei budini al cioccolato meravigliosi).

Si può tornare a Kalibra e in chetosi anche per due settimane, e nel mio caso sarà proprio in questo mese, a gennaio, dopo le feste di Natale. Come funziona? Esattamente come nella dieta precedente, con il periodo di dieta strong e poi la transizione, reintroducendo lentamente tutti gli alimenti. Ma attenzione: non è possibile fare solo il primo periodo, occorre sempre considerare almeno una settimana + una, per la transizione. Ovviamente è sempre importante rivolgersi al nostro medico di fiducia per una visita, di modo che possa consigliarci la durata e la modalità di dieta più adatta alle nostre necessità. Nel mio caso, il medico mi ha consigliato di fare almeno un mese, dividendo le due settimane iniziali di dieta classica e le due successive di transizione.

E sapete una cosa? Diversamente da tutte le altre diete in questo periodo Kalibra mi è mancata… non l’avrei mai detto quando sentivo per la prima volta la pasta, di una consistenza a cui non ero assolutamente abituata. Allo star bene però, ci si abitua, e la sensazione di benessere che si riceve con Kalibra è qualcosa di unico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *