Come mantenere una bella abbronzatura

Ottenere un’abbronzatura perfetta rappresenta per molti un vero e proprio impegno, ma una volta ottenuta è altrettanto faticoso mantenerla.
La Dott.ssa Adriana Carotenuto, Biologa Nutrizionista, ci svela alcuni importanti consigli per non rovinare i risultati raggiunti.

 

Dottoressa, possono alcuni cibi aiutarci a mantenere l’abbronzatura che abbiamo ottenuto?

Sicuramente, mangiando certi cibi, non solo si ottiene un colorito più bello e luminoso, ma anche più duraturo.

In particolare gli alimenti “amici” dell’abbronzatura sono quelli ricchi di vitamine C, A e gli antiossidanti, frutta e verdura in primis.

Il consiglio dei dermatologi è quello di puntare su un pool di vitamine che insieme, costituiscono un’ottima barriera contro i danni derivanti dall’esposizione al sole: A ,C ed E.

La vitamina A, infatti, stimola la sintesi di melanina, la C svolge una funzione importante nella formazione di collagene – fondamentale per mantenere intatta l’elasticità della pelle – mentre la E è la vitamina anti-ossidante e anti-aging per eccellenza.

Ma come si comportano esattamente i cibi amici?

I “cibi amici della melanina”, oltre che comportarsi come abbronzanti naturali in grado di “catturare” i raggi del sole e garantire una tintarella che “arriva da dentro”, soddisfano anche molteplici altre esigenze: nutrono, dissetano, reintegrano i sali minerali persi con la traspirazione, riforniscono di vitamine la pelle e di fibre l’intestino, ma soprattutto contrastano l’azione dei radicali liberi prodotti nell’organismo dall’esposizione al sole. Tutto questo nel modo più naturale e “appetitoso” possibile.

Alcuni alimenti come le carote, i  pomodori, la zucca (in generale quelli rosi e arancioni), contengono un antiossidante molto potente chiamato carotene. Quando si mangiano porzioni  multiple di questi prodotti freschi, la pelle assume un colorito più caldo. Il carotene infatti è importante perchè aiuta la sintesi della vitamina A, preziosa per i tessuti e, una volta ingerito, si accumula nel tessuto adiposo e nella cute, generando il caratteristico colore arancione della pelle.

Non si tratta di abbronzatura, perchè non ha alcun effetto sulla produzione della melanina, ma aiuta senza dubbio ad avere un buon colorito.

Inoltre una dieta ricca di pesche, pomodori, carote, albicocche, meloni e limoni che favoriscono proprio la produzione di betacarotene, che alza le difese della pelle sotto il sole.

Dottoressa, ci faccia quindi una classifica dei cibi che vengono in aiuto nel mantenimento dell’abbronzatura.

  • Carote
  • Radicchio
  • Albicocche
  • Cicoria
  • Lattuga
  • Melone
  • Sedano
  • Peperoni
  • Pomodori
  • Ciliegie

 

Ma se i soliti alimenti vi hanno stufato, potete sempre provare il tè matcha. Il primo infatti,  come tutti i tè, fonte inesauribile di antiossidanti, utilizzato nelle creme skin care da anni e oggi sempre più considerato un superfood per le sue proprietà anti-aging.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *